Beethoven compie 250 anni: festeggialo alla GOG!
Stagione 2019/2020

Roberto Trainini, Cristiano Burato

10 febbraio 2020 ore 20:30 Teatro Carlo Felice Acquista i biglietti

INTERPRETI

  • Roberto Trainini violoncello
  • Cristiano Burato pianoforte

PROGRAMMA

  • Franz Schubert
    Sonata in la minore per arpeggione e pianoforte D 821
    (versione per violoncello e pianoforte)
  • Benjamin Britten
    Sonata in do maggiore op. 65
  • Fryderyk Chopin
    Sonata in sol minore op. 65
Foto
Video
Roberto Trainini Cristiano Burato Roberto Trainini Roberto Trainini Roberto Trainini Roberto Trainini Roberto Trainini

Nato a Bari nel 1975, Roberto Trainini ha intrapreso lo studio del violoncello all'età di 10 anni e lo ha proseguito al Conservatorio "Piccinni" di Bari. Si è quindi trasferito in Svizzera per frequentare la International Menuhin Music Academy di Gstaad dove ha studiato con Igor Oistrakh e Yehudi Menuhin.
Roberto Trainini si é affermato come un completo violoncellista, sia come camerista che come solista, con un repertorio che spazia dal primo Barocco alla musica contemporanea.
È professore di violoncello presso il Conservatorio "Monteverdi" di Bolzano, all'Academia de Arte de Florencia a Città del Messico e, dal 2012, è professore invitato all'Oskar Kolberg College of Music di Radom in Polonia.
Roberto Trainini suona il violoncello “Stradivarius del Vaticano” costruito da Nicolò Amati e trasformato da Antonio Stradivari nel 1620, in prestito dall'Academia de Arte de Florencia.

Considerato a livello internazionale uno dei maggiori pianisti della sua generazione, Cristiano Burato si è imposto sulle scene internazionali con la vittoria al Concorso Internazionale “Dino Ciani - Teatro alla Scala” di Milano.
Docente presso il Conservatorio di Bolzano, Cristiano Burato è stato nominato membro della Direzione Artistica del Concorso Pianistico Internazionale "Busoni" e ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana per meriti artistici.

Nel programma di Roberto Trainini e Cristiano Burato per la stagione GOG 2019/2020 spicca la Sonata in do maggiore di Benjamin Britten, la prima di cinque partiture che l'autore dedicò a Mstislav Rostropovič, conosciuto nel 1960 a Londra in occasione della prima esecuzione inglese del Concerto per violoncello di Šostakovič.

Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK