Quest'anno puoi donare il 5 e il 2 per mille alla GOG: scopri come

Stagione Intorno al Preludio

Sei concerti online dedicati al Preludio, da Bach al Novecento

Da lunedì 15 marzo 2021 a lunedì 3 maggio 2021

Il progetto 2021 della GOG Giovine Orchestra Genovese intitolato Intorno al Preludio parte da una considerazione di Johann Sebastian Bach intorno alla composizione del Clavicembalo ben Temperato.
Bach afferma che la raccolta era stata pensata "per utilità ed uso della gioventù musicale avida di apprendere, ed anche per passatempo di coloro che in questo studio siano già provetti”.
Nella sua grandiosa opera i Preludi costituiscono il momento fondativo della struttura, grazie alla enorme varietà di invenzione, dallo stile (chiamiamolo così) severo o scolastico a quello galante o libero. 
Ciò permette di entrare in rapporto con la più incredibile modernità, o forse unicità dell’altra straordinaria opera di Bach, l'Arte della Fuga.
La Fuga è già incontrata nell’ascolto del Clavicembalo ben temperato dove ha la funzione di elemento ricco di possibilità e di invenzione, ad esempio, l'utilizzo di due voci, tre voci, quattro voci, fino a cinque voci, ma nell'Arte della Fuga si presenta in un modo di assoluta e totale pienezza di scrittura. Come se Bach avesse redatto un testamento profondo legato alla conoscenza del contrappunto dall'origine fiamminga in poi.
Diamo quindi la possibilità di ascoltare una composizione, per certi aspetti misteriosa, attraverso la diversa esecuzione strumentale, non definita da Bach, perché da lui lasciata appunto nel mistero.
Lo sviluppo del pianoforte nei primi decenni dell'Ottocento ha sospeso la vecchia trattatistica sul vero modo di suonare il clavicembalo o il fortepiano dando al nuovo strumento "moderno" un ruolo di potenzialità espressiva slegata dall'esigenza di procedere nella timbrica strumentale, per accedere rapidamente nel mondo dell’espressione musicale.
Ecco dunque il trionfo del nuovo Preludio attraverso la maestria di Chopin, di Rachmaninov, di Franck, e tutti i compositori che, pur mutando il titolo della loro composizione, hanno proseguito nell'arte dell'invenzione libera. In questo è trionfale la presenza dell'opera di Olivier Messiaen.
Il progetto presentato si realizza in un momento particolare nel quale, in attesa della riapertura dei teatri e delle sale da concerto, la GOG intende dare seguito in questo inizio 2021 alla presenza della musica.
Il progetto però vuole dare presenza senza rinunciare al significato principale della progettazione della GOG, quello espresso dallo Statuto sin dalla fondazione nel 1912, di "promuovere e favorire ogni manifestazione atta a diffondere la cultura musicale”.

I sei concerti, registrati al Teatro Carlo Felice e alla Parrocchia Gentilizia di San Luca a Genova, saranno trasmessi gratuitamente online sul canale YouTube, sulla pagina Facebook e su tutta la rete social della GOG a partire dalle 20:30.
I recital vedranno protagonisti i pianisti Filippo Gorini (lunedì 15 marzo 2021), Lukas Geniušas (lunedì 29 marzo 2021), Andrea Bacchetti (lunedì 12 aprile 2021) e Cristiano Burato (lunedì 26 aprile 2021), cui si aggiungono l'Ensemble Eutopia (domenica 4 aprile 2021) e l'Accademia Strumentale Italiana con il gambista Alberto Rasi (lunedì 3 maggio 2021).

maggio
LMMGVSD
262728293012345678910111213141516171819202122232425262728293031123456

Registrati alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato
su tutti gli eventi della GOG?
Registrati. È semplice e gratuito.

Registrati
Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK