La stagione 2022/2023: scopri i 25 concerti al Teatro Carlo Felice e le modalità per abbonarti
Concerti di Primavera

Simone Gramaglia, Luca Pirondini, Morgana Rudan

7 aprile 2022 ore 16:00 Palazzo Reale

Associazione "Amici del Carlo Felice e del Conservatorio Niccolò Paganini"
in collaborazione con GOG Giovine Orchestra Genovese

INTERPRETI

  • Simone Gramaglia, Luca Pirondini viole
  • Morgana Rudan arpa

PROGRAMMA

  • Georg Philipp Telemann
    The Gulliver Suite in sol maggiore
  • Alessandro Rolla
    Duetto in sol maggiore
  • Alessandro Rolla
    Duetto in si bemolle maggiore
  • Max Bruch
    Romance op. 85
  • Gioachino Rossini
    Duo Sonata
  • Georg Philipp Telemann
    Concerto per due violette ed arpa in sol maggiore 52:G3

Ingresso € 3,00 con accesso al Palazzo previa prenotazione obbligatoria il lunedì, martedì e mercoledì, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18, ai numeri 333 5627602, 340 6365750, 347 0814676 a partire dal lunedì precedente al concerto.

Leggi l'Informativa art. 13 Reg. UE 2016/679, per il trattamento dei dati personali in ottemperanza alle normative anti COVID

Terminato

Gramaglia is clearly the star, and his playing is hard to fault - intonation as well as interpretation. Violists will want this one[..]
American Record Guide, July/August 2015

“Excellent performances by violist Simone Gramaglia, a seasoned soloist and violist of the famous Quartetto di Cremona[..]”
Prestoclassical Uk

Strumentista versatile ed intellettualmente curioso, Simone Gramaglia è considerato uno dei migliori violisti della sua generazione.
Suoi maestri sono stati Luigi Brusini, Bruno Giuranna e Michael Kugel. Fondamentale è stato il ruolo di Hatto Beyerle per la sua formazione cameristica.
Simone Gramaglia inizia lo studio della viola a 16 anni, dopo aver studiato pianoforte e flauto dolce. Si diploma sei anni dopo ed intraprende subito una carriera concertistica internazionale.
Membro fondatore nel 2000 del Quartetto di Cremona, si dedica con passione alla musica da camera, collaborando con artisti quali Antonio Meneses, Lawrence Dutton, Jamie Walton, Eckart Runge, Giovanni Sollima, David Orlowsky, Pavel Haas String Quartet, Emerson String Quartet, ed esibendosi nelle più prestigiose sale da concerto del mondo: tra le altre, Lincoln Centre New York, Konzerthaus Berlin, Wigmore Hall London, Concertgebouw Amsterdam, Santa Cecilia, NCPA Beijing, Salle Gaveau Paris, Teatro Colon Buenos Aires.
Dal 2012 suona in duo con il chitarrista Luigi Attademo, con il quale ha inciso un CD interamente dedicato a Niccolò Paganini, molto ben recensito dalla critica specializzata, che include sue trascrizioni delle sei sonate op. 2, della famosa Sonata Concertata e la versione originale della Sonata per la Gran Viola, eseguita anche con diverse orchestre.
Il suo repertorio cameristico e solistico spazia da Bach al Novecento, con una particolare attenzione per la Musica Contemporanea.
Come solista e con il Quartetto di Cremona Simone Gramaglia ha registrato per Decca, Audite (Echo Prize 2017, Icma 2018) e Brilliant.
I suoi concerti sono regolarmente trasmessi dalle principali radio di tutto il mondo (Abc, Bbc, Rai Radio 3, Deutschland Radio, Wqxr NY).
Simone Gramaglia è docente di Quartetto d'archi all'Accademia Walter Stauffer di Cremona e del corso di viola e quartetto di Music With Masters, di cui è fondatore e direttore artistico ed è regolarmente invitato a tenere masterclass in tutto il mondo.
Oltre che attraverso la sua attività didattica, si dedica intensamente a sostenere i giovani musicisti e soprattutto i quartetti d'archi attraverso il progetto internazionale "Le Dimore del Quartetto", di cui è direttore artistico e per cui ha selezionato più di cinquanta giovani quartetti da tutto il mondo.
È direttore artistico del Concorso Nazionale per Quartetto d'Archi "Sergio Dragoni", la cui prima edizione si è svolta nel maggio 2019.
È regolarmente invitato come giurato in concorsi internazionali di Quartetto e Musica da Camera (tra gli altri Premio Paolo Borciani, Concorso Gianni Bergamo).
È stato docente di viola al Conservatorio di Musica N. Paganini di Genova.
Suona una viola G. Torazzi del 1680 ca., gentilmente messa a disposizione da Kulturfonds Peter Eckes, Germania.
Simone Gramaglia è stato il primo violista italiano a suonare per un periodo prolungato la viola "Paganini" di Stradivari, per gentile concessione della Nippon Music Foundation (Tokyo).
Scrive la rubrica "L'Angolo del Quartetto" su Archi Magazine.

Nato a Genova nel 1981, Luca Pirondini si è diplomato in viola presso il Conservatorio "N. Paganini" sotto la guida di Alessandro Ghe.
Ha frequentato corsi di perfezionamento con Juri Bashmet a Genova ed è diventato allievo effettivo prima della classe di Bruno Giuranna presso il Conservatorio della Svizzera italiana di Lugano e poi presso la Musik-Akademie Der Stadt di Basilea nella classe della violista Silvia Simionescu.
Si è perfezionato successivamente con Simone Gramaglia e Francesco Fiore.
Ha suonato in numerosi teatri e sale italiane, europei e mondiali tra cui l'Opera Garnier di Parigi, il Teatro Real di Madrid, il Musikverein di Vienna, il Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, il Teatro Stanislavskij di Mosca, il Yuan Duan di Chengdu, Uhuru Park di Nairobi, la Haus für Mozart di Salisburgo, il Mediterranean Conference Centre a Malta, il Teatro San Carlo di Napoli, il Teatro Regio di Parma, il Teatro Petruzzelli di Bari, il Teatro lirico di Cagliari, il Teatro Carlo Felice di Genova e il Teatro dell'Opera di Roma sotto la direzione di Maestri come Riccardo Muti, Claudio Abbado, Peter Maag, Rudolf Barshai, Jurij Temirkanov, Krzysztof Penderecki, Leonidas Kavakos, Wayne Marshall, Fabio Luisi, Carlo Maria Giulini, Andrea Battistoni, e Juraj Valčuha.
Luca Pirondini ha collaborato in qualità di Prima Viola con l'Orchestra Cherubini diretta e fondata da Riccardo Muti, con l'Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari, con l'Orchestra del Teatro Regio di Parma e attualmente con l'Orchestra Sinfonica di Sanremo.

Morgana Rudan nasce a Modena nel 2000.
Intraprende lo studio dell’arpa all’età di sette anni presso l’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Modena sotto la guida del Maestro Davide Burani. Con quest'ultimo prosegue i suoi studi presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali "Achille Peri" di Reggio Emilia, dove nel 2020 ottiene il Diploma Accademico di I livello in arpa con il massimo dei voti e la lode.
Attualmente frequenta, presso il medesimo Istituto, il secondo anno del corso di II livello di Alta Formazione Artistico Musicale, sempre sotto la guida del Maestro Burani.
Morgana Rudan ha arricchito la sua formazione attraverso la partecipazione a Masterclass sotto la guida di Luisa Prandina, Susanna Bertuccioli, Josè Antonio Domenè, Janet Harbison, Sophie Hallynck, Roberta Inglese e Margherita Bassani.
Nel 2017 ha partecipato alla International Summer School Harp Master PRO organizzata dall’arpista Irina Zingg e condotta da Milda Agazarian, della Russian Music Academy di Mosca.
Morgana Rudan ha inoltre partecipato a numerosi concerti come solista, in formazioni cameristiche e come membro d’orchestra.
Collabora con varie orchestre tra cui: l’Orchestra Filarmonica “Arturo Toscanini”, l'Orchestra Filarmonica dell’Opera Italiana "Bruno Bartoletti", l'Orchestra “Città di Ferrara”, l'Orchestra Filarmonica delle Terre Verdiane, l'Orquestra Simfónica De Les Illes Baleares, l'Orchestra “Senzaspine” di Bologna, l’orchestra del Collegium Musicum Almae Matris di Bologna e l’Orchestra Giovanile Nazionale Sinopoli.
Ha inoltre preso parte a diversi concerti in Irlanda ed in Francia come Guest Member della Youth Irish Harp Orchestra, fondata e diretta da Janet Harbison dell'Università di Derry in Ulster. È risultata vincitrice di concorsi musicali sia in ambito solistico che cameristico.
Ha ottenuto il primo premio come solista nell'ambito dell’VIII Concorso Internazionale di Arpa "Marcel Tournier", del VI Concorso Internazionale "Diapason d'oro" e il primo premio assoluto nell’ambito del IX Concorso Nazionale "MusicArte".
A partire dal 2018, con il chitarrista Roberto Guarnieri, come Duo ClaroScuro ha ottenuto il primo premio in vari concorsi nell’ambito della categoria di musica da camera tra cui il X Concorso Internazionale di Arpa "Marcel Tournier", il XXIV Concorso Chitarristico "Andres Segovia", il V Concorso Chitarristico Nazionale "Davide Lufrano Chaves" e l'International Competition "Grande Prize Virtuoso - 2019". Nel 2021 il duo ha ottenuto il primo premio nell’ambito del IX Concorso Nazionale "MusicArte", del XVIII Concorso Internazionale "Città di Pesaro", del VI Concorso Internazionale "Città Murata" e il primo premio assoluto nell’ambito del XXXVIII Concorso Internazionale "Città di Stresa" (ex aequo) e del XXII Concorso Nazionale "Città di Barcellona (P. G.)".

Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK