Autunno in Musica

Streaming: Jacopo Ristori, Artem Belogurov

19 novembre 2020 ore 20:30

INTERPRETI

  • Jacopo Ristori violoncello
  • Artem Belogurov pianoforte

PROGRAMMA IN STREAMING

  • Felix Mendelssohn-Bartholdy
    Variations concertantes in re maggiore, op. 17
Terminato

Jacopo Ristori ha completato gli studi a Genova presso il Conservatorio "N. Paganini" sotto la guida di Nevio Zanardi e ha conseguito la laurea di secondo livello presso il Conservatorio di Alessandria con Claudio Merlo nel 2010.
Molto importante è stato l’incontro con Antonio Meneses.
Jacopo Ristori ha lavorato come libero professionista in Italia per diversi anni, sviluppando parallelamente interessi per la musica antica e l'esecuzione del repertorio in stile filologico.
Nel 2016 si è trasferito in Olanda per approfondire le conoscenze della musica antica e nel 2019, sotto la guida di Viola de Hoog, Jacopo Ristori ha terminato gli studi presso il Conservatorio di Utrecht in violoncello storico, con speciale menzione ed apprezzamento per l'esecuzione del proprio arrangiamento del concerto di Schumann per solo e quintetto d'archi.
Oltre all’interesse per l’intero repertorio per violoncello fino all’epoca romantica, Jacopo Ristori ha approfondito gli studi del basso continuo negli strumenti a corda, spaziando dal “basse de violon” al violone in sol, dal repertorio francese a quello italiano nel XVII secolo.
Jacopo Ristori vive nei Paesi Bassi dove lavora come libero professionista collaborando con diversi gruppi quali NPU e Concerto Koeln.
Ha recentemente fatto parte alla “Collegium Vocale Gent” diretta da Philippe Herreweghe. 

Conosciuto per "la sua verve, il suo spirito e la sua delicatezza" (Boston Musical Intelligencer)  e per la sua "infinita tenerezza" (Evening Odessa), Artem Belogurov vanta un repertorio molto vasto, che spazia dalle opere da camera a quelle per solista.
Il suo interesse per l’esecuzione in maniera filologica lo porta ad intraprendere lo studio di diversi strumenti a tastiera, che includono il clavicordo, il clavicembalo e i fortepiani costruiti tra il XVIII secolo e il XIX secolo.
Come solista e in gruppi da camera, Artem Belogurov si è esibito in tutto il mondo in diversi sedi, come la Jordan Hall, per la Harvard Musical Association, la Universität der Kunste a Berlino, la Musikhochschule ad Hanover, St. Andrews University in Scozia, la Philharmonic Hall ad Odessa, in Ucraina, la Rachmaninoff Society a San Pietroburgo, il Castello di Galeazza a Tivoli, Vredenburg ad Utrecht e al Muziekgebouw di Amsterdam.
Il suo album dedicato ai compositori americani dell'epoca romantica, registrato interamente su un pianoforte originale Chickering costruito nel 1873, è stato rilasciato dall'etichetta londinese Piano Classics nel 2015.
Tra il 2019 ed il 2020, Artem Belogurov ha partecipato ad una tournée con Concerto Köln come basso continuo alla tastiera e si è esibito in duo con Octavie Dostaler-Lalonde e con il suo ensemble Postscript, dove è membro fondatore.
Artem Belogurov ha vinto il primo e il secondo premio in concorsi nei Paesi Bassi, in Germania e in Giappone.
Dopo aver concluso gli studi in pianoforte tradizionale al New England Conservatory a Boston, Artem Belogurov si è trasferito ad Amsterdam dove ha studiato fortepiano e clavicordo con Richard Egarr e Menno van Delft, diplomandosi a pieni voti cum laude nel 2016.

Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK