La stagione 2022/2023: scopri i 25 concerti al Teatro Carlo Felice e le modalità per abbonarti

Luca Guglielmi

Luca Guglielmi è un artista molto apprezzato per le sue interpretazioni "storicamente informate" della musica di tutti i periodi, per il vasto repertorio e per il suo grande interesse verso lo studio e l'applicazione pratica della fenomenologia della musica. La sua grande passione è la ricerca dello stile proprio di ciascuna epoca storica nell'ambito del tradizionale repertorio orchestrale, creando programmi molto peculiari e dinamici.
Luca Guglielmi ha un vasto repertorio che va da Gesualdo a Stravinsky e ha diretto orchestre ed ensemble tra cui: Royal Stockholm Philharmonic Orchestra, Orchestra Regionale Toscana, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra Filarmonica di Torino, Orchestra Milano Classica, Arsys Bourgogne, Coro di Torino della RAI, Cappella Musicale di Santa Maria dei Servi di Bologna.
In ambito operistico è stato assistente di direttori quali Antoni Ros-Marbà, Victor Pablo-Perez, Gottfried von der Goltz, Giovanni Antonini, Jordi Savall per opere da Monteverdi a Mozart, lavorando in celebri teatri d'opera come il Gran Teatre del Liceu di Barcelona, il Teatro Real di Madrid, il Teatro Regio di Torino, il Festival Styriarte di Graz.
Compositore di notevole talento, si è diplomato con Alessandro Ruo Rui (vecchio ordinamento) presso il Conservatorio della sua città.
Ha al suo attivo diversi lavori per coro misto a cappella, organico che predilige.
Le sue composizioni sono state eseguite in Italia e all’estero dal Torino Vocalensemble (dir. Carlo Pavese), dal Coro Filarmonico “Ruggero Maghini” e dal St Jacobs Chamber Choir (dir. Gary Graden).
Nel dicembre 2015 Luca Guglielmi si messo in luce sostituendo all'ultimo momento Reinhard Goebel, con l'Orchestra di Padova e del Veneto e il soprano Roberta Mameli, in un concerto presso la Basilica del Santo a Padova.
Fra i prossimi impegni, sempre con l'Orchestra di Padova e del Veneto, la Grande Messa in do minore di Mozart, che dirigerà nel suo nuovo completamento, realizzato sugli schizzi dell’epoca e sul materiale creato da Mozart per il suo successivo Davide penitente.
Parallelamente, Luca Guglielmi è attivo internazionalmente dal 1993 come solista di tastiere storiche (clavicembalo, organo, clavicordo e fortepiano), direttore di coro e direttore di ensemble con strumenti antichi.
"Menzione d’Onore" al XII Concorso Internazionale d'Organo di Bruges (1997), ha studiato clavicembalo con Ton Koopman e Patrizia Marisaldi, organo con Vittorio Bonotto, contrappunto antico e composizione storica con Sergio Pasteris.
Da più di vent'anni Luca Guglielmi è l'assistente e il basso continuo di Jordi Savall nei suoi ensemble Hesperion XXI, Le Concert des Nations, La Capella Reial de Catalunya dando concerti in tutto il mondo nelle formazioni più diverse, dal duo al grande organico vocale e strumentale.
Ha collaborato con artisti quali Cecilia Bartoli, Sara Mingardo, Barbara Bonney, Philippe Jarrousky, Giuliano Carmignola, Paolo Pandolfo, Ottavio Dantone, Gabriele Cassone, Paul O'Dette, Katia & Marielle Labéque ed ensemble come Il Giardino Armonico, Ensemble La Fenice, The Rare Fruits Council, Freiburger Barockorchester, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI (diretto da Jeffrey Tate, Roberto Abbado, Rafael Frühbeck de Burgos).
Luca Guglielmi ha un'ampia discografia di più di 50 CDs, tra cui 20 titoli solistici in un repertorio da Frescobaldi a Mozart, per etichette quali AVI, Accent, cpo, Arcana, Vivat, Hänssler Classics, Stradivarius ed Elegia.
Le sue incisioni delle Variazioni Goldberg di Bach e delle Sonate da gravecembalo di Bernardo Pasquini sono state premiate con il Diapason d'or; la sua ultima registrazione organistica Bach in Montecassino, per l'etichetta inglese Vivat, gli è valsa un "Editor's Choice" della rivista Gramophone. Di recentissima uscita è l’incisione integrale del Clavicembalo ben temperato, inciso per l’etichetta tedesca AVI (distribuzione Challenge Records), sul clavicembalo originale Zell 1737 conservato al Museo de la Musica di Barcellona e su una copia del fortepiano Silbermann realizzata da Kerstin Schwarz.
Didatta appassionato ed entusiasta, Luca Guglielmi ha tenuto dal 2001 diversi corsi estivi e masterclass di musica antica in Italia (Pamparato e Urbino), Francia (Barbaste) e Spagna (San Feliu de Guixols, Catalunya), basando il suo insegnamento esclusivamente sui trattati antichi e le fonti storiche.
Dal 2013 è professore di clavicembalo, fortepiano e musica da camera presso la Escola Superior de Musica de Catalunya (ESMuC) di Barcellona.

Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK