Stagione GOG Inverno/Primavera 2022 - Scopri il programma e acquista il tuo abbonamento
Le Sinfonie di Beethoven a Palazzo Ducale

Le Sinfonie di Beethoven: Giovanni Bellucci

26 settembre 2021 ore 10:00 Palazzo Ducale

INTERPRETI

    • Giovanni Bellucci pianoforte
    • Danilo Faravelli relatore

    PROGRAMMA

    ore 10: Conferenza introduttiva
    ore 11: Concerto

    • Ludwig van Beethoven
      Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 Eroica
      (trascrizione per pianoforte di Franz Liszt)
      Terminato
      Foto
      Video
      Atos Trio | Concerto al Teatro Carlo Felice di Genova, stagione GOG 2017/2018, lunedì 23 ottobre 2017 Giovanni Bellucci Atos Trio | Concerto al Teatro Carlo Felice di Genova, stagione GOG 2017/2018, lunedì 23 ottobre 2017 Giovanni Bellucci Giovanni Bellucci Atos Trio | Concerto al Teatro Carlo Felice di Genova, stagione GOG 2017/2018, lunedì 23 ottobre 2017 Atos Trio | Concerto al Teatro Carlo Felice di Genova, stagione GOG 2017/2018, lunedì 23 ottobre 2017 Atos Trio | Concerto al Teatro Carlo Felice di Genova, stagione GOG 2017/2018, lunedì 23 ottobre 2017 Atos Trio | Concerto al Teatro Carlo Felice di Genova, stagione GOG 2017/2018, lunedì 23 ottobre 2017 Atos Trio | Concerto al Teatro Carlo Felice di Genova, stagione GOG 2017/2018, lunedì 23 ottobre 2017 Atos Trio | Concerto al Teatro Carlo Felice di Genova, stagione GOG 2017/2018, lunedì 23 ottobre 2017

      Ferdinand Ries, pianista e compositore, allievo prediletto di Beethoven, è stato testimone delle vicende legate all’ascesa di Napoleone Bonaparte che hanno accompagnato la creazione della Terza Sinfonia.
      Ries ha lasciato questo scritto: «...nella sinfonia eroica Beethoven si ispirò alla figura di Napoleone, quando era ancora primo console ed egli aveva di lui un altissimo concetto. lo e gli altri amici che frequentavamo la sua casa, vedemmo ripetute volte sul suo tavolo la partitura della nuova sinfonia con scritto in fronte il nome “Bonaparte” e in fondo “Ludwig van Beethoven”, non altro... Fui io il primo a recargli la notizia che Napoleone si era proclamato Imperatore. All’udir ciò, Beethoven gridò furibondo: “Anche lui non è dunque che un uomo come tutti gli altri. Ora calpesterà i diritti dell’uomo per soddisfare la sua ambizione. Vorrà essere il signore del mondo, diverrà un tiranno”. E così dicendo andò alla scrivania, e afferrato il frontespizio della Sinfonia, lo lacerò e lo gettò a terra. La prima pagina fu trascritta ancora una volta e la Sinfonia fu intitolata: “Sinfonia Eroica, composta per festeggiare il sovvenire di un grand’uomo”.
      La Sinfonia Eroica venne dedicata al Principe Lobkowitz e, dopo una esecuzione privata nel palazzo del Principe, ne venne allestita una Seconda nel Castello di Raudnitz in onore del principe Louis Ferdinand di Prussia, in visita a Vienna.
      Il principe prussiano era un musicista competente e avendo ammirato la nuova composizione chiese di poterla riascoltare una seconda volta e poi ancora una terza volta.
      La Sinfonia divenne così nota ancor prima della sua prima apparizione pubblica a Vienna il 7 aprile 1805 al Theater an der Wien, dove venne accolta con successo, ma anche con le consuete critiche nei confronti della durata e delle tante straordinarie innovazioni formali e sonore.

      La rivista Diapason considera Giovanni Bellucci fra i maggiori pianisti lisztiani della storia, accanto a Martha Argerich, Claudio Arrau, Alfred Brendel, Georges Cziffra e Krystian Zimerman. Nell’attribuirgli il premio discografico "Editor’s choice", Gramophone definisce Bellucci “un artista destinato a continuare la grande tradizione italiana, storicamente rappresentata da Busoni, Zecchi, Michelangeli, Ciani, Pollini”.
      Giovanni Bellucci ha vinto nel 1996 la World Piano Masters Competition di Montecarlo e ha conseguito una serie di successi in concorsi internazionali quali "Queen Elisabeth" di Bruxelles, "Prague Spring", "Busoni" di Bolzano, Premio "Alfredo Casella" della RAI e "Claude Kahn" di Parigi.
      Impegnato in un’intensa attività solistica, Bellucci è accompagnato da celebri orchestre ed è invitato dai più importanti teatri di tradizione e festival.

      Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
      Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
      OK