La stagione 2022/2023: scopri i 25 concerti al Teatro Carlo Felice e le modalità per abbonarti
Stagione Inverno/Primavera

Belcea Quartet

21 febbraio 2022 ore 20:30 Teatro Carlo Felice Acquista i biglietti

INTERPRETI

  • Belcea Quartet
    Corina Belcea, Axel Schacher, violino
    Krzysztof Chorzelski, viola
    Antoine Lederlin, violoncello

PROGRAMMA

  • Wolfgang Amadeus Mozart
    Quartetto in fa maggiore K 590
  • Karol Szymanowski
    Quartetto n. 1 in do maggiore op. 37
  • Franz Schubert
    Quartetto in re minore D 810 La morte e la fanciulla

Leggi l'Informativa art. 13 Reg. UE 2016/679, per il trattamento dei dati personali in ottemperanza alle normative anti COVID

DONA ORA

Sostieni con noi la musica che ami e recupera il 65% della tua donazione grazie ad Art Bonus.
Fai ora la tua donazione.

ACCESSO AI CONCERTI: DISPOSIZIONI MINISTERIALI

Per disposizione ministeriale, l'accesso ai concerti è consentito a coloro in grado di presentare la certificazione verde COVID-19 "Green pass rafforzato". Tale documento accettato in forma digitale e cartacea, contiene un codice QR e un sigillo elettronico qualificato e attesta una delle seguenti condizioni:

  • aver fatto la vaccinazione anti COVID-19 (in Italia sia alla prima dose sia al completamento del ciclo vaccinale);
  • essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi.

Inoltre, è obbligatorio indossare una mascherina di tipo FFP2.

Terminato
Foto
Video

"Ciò che impressiona di più […] è il loro Spirito di Libertà"

Come ha scritto il London Times nella primavera del 2019, i componenti del Belcea Quartet non sono circoscritti dai confini tradizionali. I due membri fondatori che nel 1994 hanno fondato l’ensemble - la violinista rumena Corina Belcea e il violista polacco Krzysztof Chorzelski, vi trasmettono la tradizione musicale dei paesi d’origine, ampliata successivamente dai due musicisti francesi, il violinista Axel Schacher e il violoncellista Antoine Lederlin, riuscendo a fondere le diverse influenze in un linguaggio musicale omogeneo.
Le diversità, unite alla raffinatezza e intensità espressive, si riflettono nel repertorio del Belcea Quartet, che spazia dalle registrazioni delle opere complete dei quartetti d'archi di Bartók, Beethoven, Brahms e Britten alle nuove opere di compositori contemporanei come Joseph Phibbs, Krzysztof Penderecki, Thomas Larcher e Mark-Anthony Turnage. Questi lavori sono stati creati su commissione e in collaborazione con il Belcea Quartet Trust, la fondazione creata dall’ensemble con lo scopo di continuare ad ampliare la letteratura per quartetto d’archi e di supportare i giovani quartetti attraverso sessioni di coaching intensive, tramandando in questo modo anche l’esperienza acquisita dai loro mentori dell'Amadeus e Alban Berg Quartet.
Corina Belcea suona un violino Giovanni Battista Guadagnini, Axel Schacher un violino Nicolas Lupot del 1824, Krzysztof Chorzelski una viola Nicola Amati datata circa 1670, mentre Antoine Lederlin un violoncello Matteo Gofriller del 1722.

Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK