Le Sinfonie di Beethoven a Palazzo Ducale: cinque concerti a ingresso libero da sabato 25 settembre
Stagione Autunno 2021

Orchestra della Fondazione Teatro Carlo Felice, Pietro Borgonovo

20 settembre 2021 ore 20:30 Teatro Carlo Felice

INTERPRETI

  • Orchestra della Fondazione Teatro Carlo Felice
  • Pietro Borgonovo direttore

PROGRAMMA

  • Adriano Guarnieri
    Tagli di luce (Omaggio a Lucio Fontana) per orchestra
    Commissione congiunta GOG Giovine Orchestra Genovese e Fondazione Teatro Carlo Felice
    Prima esecuzione assoluta
  • Ludwig van Beethoven
    Sinfonia n. 6 in fa maggiore op. 68

Ingresso gratuito previo ritiro dei biglietti alla biglietteria del Teatro Carlo Felice o della GOG, controllo del green pass e compilazione del modulo di tracciabilità.

MODALITÀ DI ACCESSO

Il pubblico potrà ritirare i biglietti offerti gratuitamente (due per persona) direttamente in biglietteria al Teatro Carlo Felice, a partire da sabato 11 settembre e alla biglietteria della GOG, a partire da lunedì 13 settembre.

Si comunicano i nuovi orari della biglietteria del Teatro Carlo Felice in vigore da lunedì 13 settembre 2021:

  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 18
  • il sabato dalle ore 10 alle ore 16

Per gli spettacoli serali l'apertura è prevista un'ora prima dell'inizio con chiusura 15 minuti dopo l'inizio.

La biglietteria della GOG osserva i seguenti orari: dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 16, presso gli uffici GOG in Galleria Mazzini 1, primo piano, a Genova.

L'accesso alla sala avviene previo controllo del Green Pass e consegna del modulo di tracciabilità debitamente compilato, all'ingresso del Teatro.
Il pubblico è invitato a indossare la mascherina e a osservare il distanziamento interpersonale, nel rispetto della normativa di legge in materia di contenimento della pandemia da Covid-19.

Leggi l'Informativa art. 13 Reg. UE 2016/679, per il trattamento dei dati personali in ottemperanza alle normative anti COVID

ACCESSO AI CONCERTI: DISPOSIZIONI MINISTERIALI

Dal 6 agosto 2021, per disposizione ministeriale, l'accesso ai concerti è consentito a coloro in grado di presentare la certificazione verde COVID-19; tale documento accettato in forma digitale e cartacea, contiene un codice QR e un sigillo elettronico qualificato e attesta una delle seguenti condizioni:

  • aver fatto la vaccinazione anti COVID-19 (in Italia sia alla prima dose sia al completamento del ciclo vaccinale);
  • essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore;
  • essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi.
Terminato

L'Orchestra del Teatro Carlo Felice ha una storia che inizia nei primi del '900 e neppure i bombardamenti del 1943 - che videro il Teatro semidistrutto, ne hanno interrotto l'attività sinfonica ed operistica.
Nel 1965 l'Orchestra si strutturò in maniera organica e da allora ha continuato ad evolversi esaltando le qualità sia dell'Orchestra nel suo insieme, sia delle parti solistiche.
Sin dagli anni '50 sul podio si sono avvicendati direttori di rilevanza internazionale: tra questi Sergiu Celibidache, Claudio Abbado, Carlo Maria Giulini, Riccardo Muti, Mstislav Rostropovič, Myung-Whun Chung. In tempi più recenti si ricordano Daniel Oren (Direttore Principale dell'Orchestra nella seconda metà degli anni ’80 e dal 2007 al 2010), Antonio Pappano, Christian Thielemann, Daniele Gatti, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Michel Plasson (Direttore Principale Ospite dell'Orchestra nei primi anni 2000), Juanjo Mena (Direttore Principale Ospite dell'Orchestra dal 2007 al 2010), Kyrill Petrenko, Carlo Rizzi, Stefan Soltestz, Wayne Marshall.
Nel 2012 Fabio Luisi è stato nominato Direttore Onorario del Teatro Carlo Felice, instaurando una costante collaborazione con l'Orchestra.
Con un repertorio che spazia dal primo Settecento alla Musica contemporanea, l'Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova si colloca a buon diritto fra le realtà prominenti nell’intero panorama nazionale, distinguendosi per produttività e versatilità anche grazie a una riconosciuta capacità di spaziare con pari successo tra generi e stili ampiamente diversificati.
L'alto livello qualitativo, consolidato negli anni, ha consentito alla compagine genovese di prendere parte a manifestazioni di grande prestigio.
Dal 2012 il Direttore Onorario dell'Orchestra del Teatro Carlo Felice è Fabio Luisi.

Nato a Milano, Pietro Borgonovo si distingue nella direzione di produzioni sinfoniche e operistiche per prestigiosi festival e teatri.
Da segnalare la presenza al Salzburger Festpiele, alla guida del Klangforum Wien e dell'Arnold Schoenberg Chor, al Maggio Musicale Fiorentino con l'Orchestra del Maggio Musicale, alla Biennale di Venezia, al Ravenna Festival con il Teatro dell’Opera di Roma.
Dirige regolarmente l'Orchestra dell’Arena di Verona, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, quella del Teatro Lirico di Cagliari, del Teatro Verdi di Trieste, del Teatro dell'Opera di Roma, l'Orchestra della Toscana, l'Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi, l'Orchestra Sinfonica di Savona, l'Orquesta Sinfonica Nacional di Buenos Aires, l'Orchestra della Svizzera Italiana, la Kammerorchester di Mainz, la Prague Philharmonia.
La Fondazione Teatro La Fenice di Venezia gli affida la direzione della prima mondiale dell'opera "Medea" di Adriano Guarnieri. È un grande successo di pubblico e di critica, alcuni quotidiani parlano di "trionfo". Allo spettacolo è assegnato il Premio Abbiati 2003 e la motivazione mette in risalto la "raffinata esecuzione musicale e scenica che ha restituito l’audace ricercatezza della concezione compositiva e multimediale".
Giovanissimo si impone quale solista di oboe tra i più affermati sulla scena mondiale. Allievo di Heinz Holliger alla Musikhochschule di Freiburg, si esibisce nelle principali sale e nei maggiori festival internazionali.
Il profondo interesse per la musica contemporanea lo porta a collaborare con molti compositori del nostro tempo: George Benjamin, Luciano Berio, Azio Corghi, Franco Donatoni, Adriano Guarnieri, Salvatore Sciarrino, Fabio Vacchi, Iannis Xenakis, dei quali interpreta opere anche in prima esecuzione, spesso a lui dedicate.
Musicista poliedrico, Pietro Borgonovo è Direttore Artistico della GOG Giovine Orchestra Genovese e, dal 2003, Direttore Artistico del Concorso Internazionale di Musica "G. B. Viotti" di Vercelli.
Sia come solista di oboe che come direttore d'orchestra vanta una vasta discografia ottenendo il Grand Prix du Disque e la segnalazione tra i cinque dischi di musica sinfonica più stimati dalla Critica italiana nel 1998.

Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK