Le Sinfonie di Beethoven a Palazzo Ducale: cinque concerti a ingresso libero da sabato 25 settembre
Concerti alla Parrocchia Gentilizia di San Luca

Ensemble 400

17 giugno 2021 ore 17:30 Chiesa di S.Luca

INTERPRETI

  • Ensemble 400
    Vera Marenco voce, viella
    Alberto Longhi voce, percussioni
    Maria Notarianni arpa, viella
    Giuliano Lucini liuto
    Marcello Serafini viella

PROGRAMMA

La Musica delle Sfere: Monodia e polifonia nel Medioevo

  • Phebi claro - Aube de Fleury
    Biblioteca vaticana, 1462
  • Naturalis concordia vocum cum planetis
    Biblioteca nazionale, XII sec.
  • Veni venia veniae - Conductus Mottetto (strumentale)
    Codice Las Huelgas, inizio XIV secolo
  • Adiu, adiu dous dame jolie
    192, Francesco Landini (Squarcialupi codex)
  • O nobilissima viriditas
    Hildegard von Bingen, Riesencodex Hs.2 (ca.1175–1190)
  • Splendidus regis thronus solaris / Leo bos et aquila regalis (strumentale)
    Codice Las Huelgas, inizio XIV secolo
  • Clauso Chronos et serato
    Codex Latinus Monacensis 4660, XIII sec.
  • Apollinis eclipsatur / Zodiacum signis
    B. De Cluny (XII sec.) Ms 971 Barcellona
  • Ave donna santissima (strumentale)
    Laudario di Cortona, XIII sec.
  • Audi pontus, audi tellus
    Conductus - Codice Las Huelgas, inizio XIV sec.
  • Stella splendens
    Llibre vermell de Montserrat, XIV sec.

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria al numero 3351218353 a partire dal venerdì precedente il concerto

Leggi l'Informativa art. 13 Reg. UE 2016/679, per il trattamento dei dati personali in ottemperanza alle normative anti COVID

Terminato

Ensemble 400 propone un programma di musica vocale e strumentale centrata sul rapporto tra uomo, natura, tempo, cosmo.
La concezione della musica nel Medioevo va ben oltre la fruizione estetica e considera il suono come elemento costitutivo dell'universo: la musica è la disciplina che ci permette di conoscere l'armonia delle cose, siano esse statiche o in movimento.
Oggi - seppur lontani da questa filosofia - possiamo avventurarci a ritroso in una storia che ci appartiene, grazie alle suggestioni di antichi frammenti a noi pervenuti e al suono di strumenti che sono copie di esemplari dell’epoca.
In programma frammenti da codici dal XII al XIV secolo: in essi si possono trovare precisi riferimenti alla relazione tra i suoni e i pianeti, o tra i modi e i momenti del giorno e dell'anno, con riferimenti a quegli elementi naturali che per secoli hanno regolato la vita dell'uomo e che di cui solo recentemente abbiamo perso memoria.

Nato nel 2008 dall’incontro di musicisti esperti nel settore della musica antica attorno al corso di specializzazione in Polifonia rinascimentale tenuto da Diego Fratelli, Ensemble 400 è all’interno di Musicaround il gruppo specializzato nel repertorio medievale tra XIII e XV secolo. Si tratta di un gruppo stabile che negli anni si è dedicato allo studio e all’esecuzione del repertorio italiano, francese e inglese dei secoli XIII - XVI suonando con copie di strumenti d’epoca (vielle, arpa, organo portativo, liuto e chitarra rinascimentale, percussioni, voci), leggendo direttamente dalle fonti originali e preparando diversi programmi di concerto.
I suoi componenti (in questa formazione Marcello Serafini, Giuliano Lucini, Maria Notarianni, con le voci di Vera Marenco e Alberto Longhi) hanno lavorato insieme anche nelle formazioni Ring Around Quartet & Consort (Frottole, Naxos, 2015) e Musicaround Ensemble (Il Canto della Sibilla, Dynamic, 2020) e dal 2008 sono docenti ai corsi "Scintille di Musica Antica".
Ensemble di particolare impatto e affiatamento, ha tenuto numerosi concerti con repertorio sacro e profano in Italia, Francia e Svizzera, ospite di stagioni e festival internazionali tra cui I Concerti del Quirinale, Concerts rencontres du musée de Cluny, Saison Musical di Maurepas, Festival della Valle d’Itria, Gubbio Festival, Canti Sacri nel Mediterraneo, Cantar di Pietre, Lo Spirito della Musica di Venezia, Suoni in Cammino, La Voce e il Tempo.

Dal 2003 Musicaround APS incentiva la ricerca, lo studio e la diffusione della musica vocale - specie antica e d’assieme - e delle forme espressive che ad essa si accompagnano, nella convinzione che coltivare e condividere con altri lo studio di discipline legate alla persona e alla storia sia forte stimolo per aumentare capacità critiche, apertura mentale, conoscenza di sé, divenendo potente strumento di crescita personale e sociale.
I valori di armonia, bellezza, ascolto, responsabilità che condividiamo nel fare musica insieme si traslano dall’ambito artistico e musicale alle dimensioni del vivere (del sé, sociale, ambientale) a favore di visioni multi-disciplinari e multi-culturali inclusive e comunitarie.

Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK