La stagione 2020/2021, concerti autunnali: biglietti per i singoli concerti acquistabili dal 21 settembre
Stagione 2020/2021: Autunno

Christian Poltéra, Gringolts Quartet

9 novembre 2020 ore 20:30 Teatro Carlo Felice Acquista i biglietti

INTERPRETI

  • Christian Poltéra violoncello
  • Gringolts Quartet
    Ilya Gringolts, Anahit Kurtikyan violino
    Silvia Simionescu viola
    Claudius Herrmann violoncello

PROGRAMMA

  • Aleksandr Konstantinovič Glazunov
    Quintetto in la maggiore op. 39
  • Sergej Ivanovič Taneev
    Quintetto n. 1 in sol maggiore op. 14

IMPORTANTE: In ottemperanza alle attuali normative sanitarie, per accedere al Teatro Carlo Felice sarà obbligatorio scaricare il modulo di dichiarazione sul trattamento dei propri dati personali per la prevenzione dal contagio da COVID-19 da parte del titolare del trattamento dati della Giovine Orchestra Genovese.
Il modulo dovrà essere compilato per ogni concerto con nome, cognome, numero di telefono e firma e consegnato alle maschere prima dell'accesso in Teatro.

Foto
Video
Christian Poltéra Gringolts Quartet Christian Poltéra Gringolts Quartet Christian Poltéra Gringolts Quartet Christian Poltéra Gringolts Quartet Christian Poltéra

Equilibrio mirabile, estrema chiarezza delle voci che disegnano un tessuto musicale finissimo e di ampio respiro. (The Indipendent)

Il modo in cui il Gringolts Quartet delinea l’architettura delle opere che affronta è semplicemente miracoloso, e questo lascia all’ascoltatore il desiderio sincero di riascoltarli. Stephen Pritchard (The Guardian)

Il Gringolts Quartet è il punto d’incontro di quattro personalità artistiche provenienti da ambiti culturali ed esperienze professionali diverse: il russo Ilya Gringolts - Primo Premio al Concorso "Paganini" di Genova, l’armena Anahit Kurtikyan - prima parte nell’Orchestra dell’Opera di Zurigo, la rumena Silvia Simionescu - Primo Premio ai Concorsi di Brescia e Osaka, e il tedesco Claudius Hermann - Primo Violoncello dell’Opera di Zurigo, legati da una comune e forte passione per il quartetto d’archi.
Il Gringolts Quartet è stato ospite di importanti istituzioni musicali europee. Ha collaborato con Jorg Widman, Leon Fleischer, David Geringas, Eduard Brunner.
Il debutto discografico per Onyx nel 2011 con i tre quartetti di Schumann, assieme al pianista Peter Laul, è stato accolto da eccellenti giudizi della critica discografica e scelto come miglior incisione dalla "Diskotek im Zwei" su Radio DSR. Nel giugno 2016 al Gringolts Quartet è stato assegnato il Diapason d’Or per l’incisione dei due quintetti con due violoncelli di Taneyev e Glazuonv, con la partecipazione del violoncellista Christian Poltéra.
I membri del Gringolts Quartet suonano preziosi strumenti italiani: Ilya Gringolts uno Stradivari del 1718, Anahit Kurtikyan un Camillo Camilli del 1733, Silvia Simionescu una viola di Jacobus Januarius del 1660 e Claudius Hermann uno straordinario violoncello Maggini del 1600, appartenuto in passato al Principe Galitsin, intimo amico di Beethoven, che per primo eseguì gli ultimi quartetti del grande compositore tedesco su questo strumento.

Nato a Zurigo nel 1977, Christian Poltéra ha iniziato lo studio del violoncello con Nancy Chumanchenco e Boris Pergamenschikow e successivamente con Heinrich Schiff a Vienna.
Oltre alle numerose apparizioni come solista con orchestre di grande prestigio (BBC Symphony Orchestra, Gewandhaus Orchestra di Lipsia, Oslo Philarmonic, Santa Cecilia, Thonalle Orchestra di Zurigo, Orchestra Sinfonica di Vienna e Berlino), l’artista coltiva un forte interesse per la musica da camera esibendosi con musicsti quali Christian Tetzlaff, Gidon Kremer, Leonidas Kavakos, Mitsuko Uchida, Kathryn Stott, Lars Vogt, Leif Ove Andsnes e i quartetti Auryn, Zethmair e Guarneri.
È ospite frequente dei Festival più prestigiosi.
Nel 2004 Poltéra ha ricevuto il Borletti - Buitoni Award ed è stato scelto dalla BBC come Artista della Nuova Generazione. Nel 2006/2007 Christian Poltéra è stato nominato dalla European Concert Hall Organisation (ECHO) "Rising Star", assieme alla pianista Polina Leschenko.
L'artista è membro del Trio d’archi formato dal violinista Frank Peter Zimmermann e dal violista Antoine Tamestit.

Il Gringolts Quartet e Christian Poltéra interpretano il Quintetto in la maggiore op. 39 di Aleksandr Glazunov, composto in omaggio al suo mentore Mitrofan Petrovič Beljaev -  fondatore della casa editrice di musica "M.P. Belaieff" - nonché di un importante circolo di amici musicisti a San Pietroburgo, e il Quintetto n. 1 in sol maggiore op. 14 di Sergej Taneev, uomo di notevole erudizione, attivo nei campi delle scienze sociali, della storia, della matematica e della filosofia, il quale condivise una singolare rapporto di amicizia con Čajkovskij.

Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK