"Il suono dell'affetto": cinque concerti alla Parrocchia Gentilizia di San Luca, dal 17 maggio

Sayaka Shoji

Sayaka Shoji

Sayaka Shoji è stata descritta dalla rivista Gramophone come “una formidabile musicista, in grado di attingere ad enormi riserve tecniche e di raccogliere qualsiasi sfida le venga lanciata”.
Sayaka Shoj è stata riconosciuta a livello internazionale per la sua versatilità artistica unica e per l'approccio dettagliato al suo repertorio scelto. La sua straordinaria conoscenza dei linguaggi musicali deriva dal suo mix di background europeo e giapponese.
Nata a Tokyo, Sayaka Shoji si è trasferita a Siena,in Italia, quando aveva tre anni. Ha studiato all'Accademia Musicale Chigiana e alla Musikhochschule di Colonia. Ha debuttato in Europa al Lucerne Festival Strings e sotto la direzione di Rudolf Baumgartner al Lucerne Festival e poi al Musikverein di Vienna all'età di quattordici anni.
Da quando ha vinto il primo premio al Concorso Paganini nel 1999, Sayaka Shoji è stata supportata da importanti direttori come Zubin Mehta, Lorin Maazel, Semyon Bychkov, Mariss Jansons e Yuri Temirkanov per citarne alcuni. Ha inoltre lavorato con rinomate orchestre tra cui Israel Philharmonic, Philharmonia Orchestra, Cleveland Symphony Orchestra, London Symphony Orchestra, Berlin Philharmonic, Los Angeles and NewYork Philharmonics, l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Czech Philharmonic, Wiener Symphoniker, l'Orchestra Mariinskij e l'Orchestra Sinfonica NHK.
I momenti salienti recenti includono debutti di successo ai BBC Proms con la Royal Philharmonic Orchestra e Vasily Petrenko e il Blossom Festival con la Cleveland Orchestra, un emozionante lancio di cinque concerti per l'apertura della stagione 22/23 con la Israel Philharmonic e Lahav Shani, un tour di recital con Víkingur Ólafsson, un tour nel Regno Unito con Philharmonia Orchestra e Vladimir Ashkenazy, così come il 100° gala di Bernstein al Musikverein di Vienna con la Tonkünstler-Orchester e Yutaka Sado che è stato registrato e pubblicato dall'etichetta Tonkünstler.
Nelle prossime stagioni, Sayaka Shoji si concentrerà su vari progetti in duo con il pianista Gianluca Cascioli in tournée in Giappone, e una collaborazione con il ballerino/coreografo Saburo Teshigawara che eseguirà le opere soliste di Bach e Bartok alla Philharmonie di Parigi. Apparirà anche con la Philharmonia London e Matias-Rouvali, in tournée in Italia e nel Regno Unito, Atlanta Symphony Orchestra, Brussels Philharmonic/Ono, e farà un ritorno alla NHK Symphony Orchestra con Gianandrea Noseda.

Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK