"Il suono dell'affetto": cinque concerti alla Parrocchia Gentilizia di San Luca, dal 17 maggio

Alexandra Dovgan

Foto e bio artisti   > Alexandra Dovgan

«È un raro caso: la definizione di “bambini prodigio” non è adatto alla pianista undicenne Alexandra Dovgan, perché questo miracolo non ha nulla di infantile. Ascoltandola sentirete suonare un adulto, una personalità. Mi fa piacere notare la maestria della sua formidabile insegnante, Mira Marchenko, ma ci sono cose che non si possono insegnare. Il talento di Alexandra Dovgan è armonioso in modo raro, la sua maniera di suonare è autentica e concentrata. Prevedo un grande futuro per lei.» Grigory Sokolov.

Alexandra Dovgan nasce nel 2007 in una famiglia di musicisti e inizia i suoi studi di pianoforte all’età di quattro anni e mezzo. Il suo straordinario talento viene subito notato e a cinque anni entra nella rinomata Scuola Centrale del Conservatorio di Mosca. Nel maggio del 2018, non ancora undicenne vince il Grand Prix del II° Concorso Internazionale per Giovani Pianisti "Grand Piano Competition" di Mosca. Le immagini del suo concerto fanno il giro del mondo sui canali di Medici.TV e YouTube emozionando musicisti e amanti del pianoforte.
Nonostante la giovane età, Alexandra Dovgan ha già debuttato nelle più prestigiose sale da concerto: nel 2019 ha tenuto il suo primo concerto alla Philharmonie di Berlino, al Concertgebouw ad Amsterdam e al Festival di Salisburgo. Nell’autunno dello stesso anno ha impressionato critica e pubblico con il suo trionfale debutto al Théâtre des Champs-Elysées di Parigi. Successivamente ha debuttato con la Mahler Chamber Orchestra diretta da Gustavo Dudamel, con la Mozarteum Orchestra diretta da Trevor Pinnock e con la Stockholm Philharmonic diretta da Ton Koopman.
Tra i più importanti impegni di Alexandra nel 2023 spiccano i recital alla Konzerthaus di Vienna, al Prinzregententheater di Monaco, al Théâtre des Champs Elysées di Parigi, alla Tonhalle di Zurigo, al Klavier-Festival Ruhr, al Festival di Verbier e ancora concerti a Lisbona, Torino, Milano, Ginevra, Montecarlo, Lyon e Barcelona.
Tra i più prestigiosi impegni per la stagione 2024 ci sono concerti con la Bergen Philharmonic diretta da Andrew Davis, con l’Orchestra del Konzerthaus di Berlino diretta da Ton Koopman, un tour con la Basel Chamber Orchestra diretta da Jonathan Cohen e il suo ritorno in Giappone per il debutto con l’Orchestra della NHK.
Un’istintiva profondità e consapevolezza unite alla precisione e ad un suono di particolare bellezza caratterizzano il pianismo di Alexandra Dovgan. Nel suo suonare non trovano spazio il mero virtuosismo e la dimostrazione tecnica, bensì una concentrazione impressionante e una purezza espressiva che si accompagnano ad una straordinaria creatività musicale e una fervida immaginazione. Alexandra Dovgan possiede già adesso una presenza carismatica sul palcoscenico e una personalità distinta.

Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK