Antico e Moderno a Palazzo Spinola

Riccardo Guella

21 settembre 2022 ore 17:00 Galleria Nazionale di Palazzo Spinola

INTERPRETI

  • Riccardo Guella chitarra

PROGRAMMA

  • Giulio Regondi
    Air Variée n. 1 op. 21
  • Federico Orsolino
    Sonata per chitarra
    1. Toccata
    2.
    Recitativo
    3. Notturno
    4. Finale
  • Johann Sebastian Bach
    Sonata per violino solo BWV 1001
    1. Adagio
    2. Fuga
    3. Siciliana
    4. Presto
  • Roberto Sierra
    Sonata para guitarra
    1. Con pasión
    2. Expresivo, casi religioso
    3. Scherzando
    4. Salseado

L'ingresso ai concerti sarà con il biglietto del Museo, a € 3,00

Leggi l'Informativa art. 13 Reg. UE 2016/679, per il trattamento dei dati personali in ottemperanza alle normative anti COVID

Terminato

"Antico e Moderno" è un ciclo di tre concerti cameristici, proposti presso la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola.
La rassegna presenta un confronto tra le opere antiche e barocche con i grandi capolavori dell'età classica, moderna e contemporanea, precedute da una breve presentazione delle caratteristiche tecniche e di repertorio degli strumenti coinvolti nei singoli programmi.
I programmi propongono composizioni dal Barocco fino a opere di autori del Novecento e contemporanei.
Il ciclo "Antico e Moderno" conclude, inoltre, i progetti didattici e formativi che ogni anno la GOG mette a disposizione degli studenti degli istituti scolastici di Genova, come i licei classici D'Oria e Colombo e l'Istituto Serale Vittorio Emanuele.

Riccardo Guella suona sia come solista che in formazioni da camera esibendosi sia in Italia che all'estero (Spagna, Stati Uniti e Cina).
Ottiene la laurea di II livello con il massimo dei voti e la lode presso l'Istituto Boccherini di Lucca nella classe del Maestro Giampaolo Bandini e la laurea triennale con la medesima votazione presso il Conservatorio di Alessandria sotto la guida del Maestro Lucio Dosso.
Prosegue gli studi come studente del IV Master di Interpretazione Chitarristica dell'Università di Alicante (Spagna), guidato da chitarristi di fama mondiale come David Russell, Manuel Barrueco, Pepe Romero, Ignacio Rodes, Sergio Assad e Odair Assad.
Inoltre, si perfeziona presso il Conservatorio A.Boito di Parma accedendo al Master di II livello in chitarra classica e laureandosi con il massimo del punteggio. Riccardo Guella ha frequentato come allievo effettivo sia l’Accademia Chigiana nella classe del Maestro Oscar Ghiglia che il prestigioso corso a Santiago de Compostela con il Maestro Jose Maria Gallardo del Rey ottenendo il premio della Fundación Joaquin Rodrigo come miglior studente e miglior interpretazione di un brano di Joaquin Rodrigo.
Durante il suo percorso di studi approfondisce la musica rinascimentale e barocca con Paul O'Dette e Massimo Lonardi.
Riccardo Guella insegna chitarra presso la Scuola Franco Pucciarelli di Lavagna e presso le scuole secondarie di I e II grado.
Dal 2017 é fondatore e direttore artistico della rassegna "Sei Corde al Castello", che si svolge a Genova presso il Castello D'Albertis, con lo scopo di promuovere la chitarra, la liuteria locale, lo scambio culturale con musicisti da tutto il mondo e le giovani promesse delle sei corde.
Attualmente si dedica alla ricerca e alla promozione della musica di compositori genovesi e alla realizzazione di progetti discografici sia come solista che in formazione da camera.
Riccardo Guella suona una chitarra del liutaio argentino Santiago de Cecilia costruita nell'anno 2017.

Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK