Notturni en plein air a Palazzo Ducale: prenota qui il tuo posto

Silvia Márquez Chulilla

Silvia Márquez Chulilla

Infaticabile ed entusiasta, Silvia Márquez è oggi una delle musiciste più versatili e attive. Esperta in tastiere storiche, si sente ugualmente a proprio agio con il clavicembalo, con l'organo e con il fortepiano.

Nata a Saragozza, Silvia Márquez Chulilla ha vinto il primo premio allo Young Music Performers’ Permanent Contest nel 1996, sia nella categoria del clavicembalo che in quella dell’organo.
A questo si sono succeduti altri premi, quali – fra gli altri, il Premio Speciale della Giuria, per la migliore interpretazione storica e la Menzione d’Onore allo Spring International Contest di Praga del 1999, la Menzione d’Onore al Bruges Harpsichord International Contest nel 2001 in Belgio.
Ha fatto parte nel 2001 della European Union Baroque Orchestra e ha avuto modo di suonare in Francia, Germania, Regno Unito, Paesi Bassi, Belgio, Italia, Spagna, Ungheria e Cina sotto la direzione di Roy Goodman, Andrew Manze, Alfredo Bernardini e Edward Higginbottom.
Si è esibita in Spagna, Francia, Germania, Irlanda, Svizzera, Paesi Bassi, Italia, Croazia, Andorra, Austria, Slovacchia, Estonia, Portogallo, Bolivia e Panama.
Negli ultimi anni è stata invitata a partecipare come membro di giuria a numerosi concorsi.
Silvia Marquez è attiva come solista, camerista e in orchestra sotto la direzione di Fabio Biondi, Giuliano Carmignola e Paul Goodwin, fra gli altri.
È apparsa come solista con l’Orquesta de Cámara Española, l’Orquesta Sinfónica de la Región de Murcia, Soloists Orquesta Barroca de Sevilla, Grupo Enigma e molti altri.
Si esibisce regolarmente con l’ensemble di musica antiva Forma Antiqva.
Molti suoi concerti sono stati registrati e trasmessi da emittenti quali RNE2, RTVE, BBC, RTL e Czech Radio.
Il suo catalogo discografico comprende musiche di Vivaldi (Warner 2004), Domenico Scarlatti e Haendel (MAA 2007), Carl Philipp Emanuel Bach (Arsis 2009) e Luigi Boccherini, assieme al clavicembalista Alfonso Sebastián.
La sua prima uscita discografica come solista, “Chaconnerie” (IBS 2018) è un inusuale ed entusiasmante viaggio nelle ciaccone per tastiera dal XVI secolo ai giorni nostri e include “Montuno”, brano composto per lei da Roberto Sierra e nominato nel 2018 ai Latin Grammy Awards.
Herbania” (IBS 2019), con tre prime mondiali, è il primo disco interamente dedicato alla musica spagnola del XX secolo scritta per tastiere.

Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK